Vai all'Home page Amministrazione
Mappa del sito Versione accessibile
Cerca:
Il Comune
Bandi e Concorsi
Informazioni

Validato HTML Validato CSS

Comunicati Stampa 2016
.
 
SERVIZIO RICOVERO CANI, CHIOGGIA PROPOSE DISTRETTO CHIOGGIA-CAVARZERE-CONA
Il Comune di Chioggia ha contattato il Comune di Cavarzere per proporre la propria disponibilità ad ospitare tramite convenzione il servizio ricovero cani. L’amministrazione comunale ha inoltre recentemente dotato il canile di S.Anna del servizio sanitario in prospettiva di creare un distretto sanitario per i comuni di Chioggia-Cavarzere-Cona per il ricovero di cani. A seguito della disponibilità dimostrata dal Comune di Chioggia il Comune di Cavarzere ha inviato una bozza di convenzione che aveva in essere con il canile di Cona, nella quale il costo era commisurato al numero di abitanti del territorio di Cavarzere, ovvero 0,60€/abitante, importo che il comune di Chioggia era disponibile ad abbassare a 0,50€/persona. Il costo complessivo ammontava a circa 7000€ comprensivo di iva, importo che era accettato dal comune di Chioggia. Inspiegabilmente però successivamente Cavarzere rifiuta la proposta di Chioggia ed indice un bando per il medesimo servizio con importo di 9000€ più iva, ovvero superiore a quello . “è incomprensibile come il Comune di Cavarzere abbia scelto un bando esterno con un costo più alto e presumibilmente con un servizio più scadente in quanto i soggetti interessati saranno sicuramente più lontani geograficamente rispetto al Canile di S.Anna.” - afferma il Vicesindaco Marco Veronese - “la normativa prevede tra l’altro che prima di procedere al bando pubblico si provi a trovare un accordo tra comuni limitrofi, condizioni di convenienza economica e logistica che erano presenti ma che sono state inspiegabilmente rigettate, nonostante io stesso abbia contattato in merito il Sindaco Tommasi e l’Assessore Crocco.” Conclude Veronese: “La convenzione con canili a distanze considerevoli comporta inoltre tempi di percorrenza maggiori e quindi più sofferenza per gli anumali. Il benessere animale dovrebbe essere la priorità rispetto ad altre logiche particolari. Evidentemente questi sono i primo parametri per l’amministrazione di Cavarzere che per tale motivo sacrificano il benessere animale, la convenienza economica e logistica.”
Scarica l'allegato