Vai all'Home page Amministrazione
Mappa del sito Versione accessibile
Cerca:
Il Comune
Bandi e Concorsi
Informazioni

Validato HTML Validato CSS

Leggi il comunicato
.
Leggi il comunicato
.
 
Martedì 25 aprile si svolgerà la celebrazione istituzionale per l’Anniversario della Festa Nazionale della Liberazione. La cerimonia, che sarà accompagnata dalla Banda Musicale, inizierà alle ore 10.45 con il raduno delle Autorità Civili e Militari, delle Associazioni Combattentische e d’Arma in Piazzetta Vigo. Seguirà la deposizione di un omaggio floreale presso la targa commemorativa intitolata alla partigiana Otilla Monti Pugno che si trova in Rivetta Merlin. A seguire il Corteo lungo Corso del Popolo, l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro davanti al monumento ai caduti. Alle ore 12.00 la cerimonia proseguirà a Cavanella d’Adige con la deposizione di un omaggio floreale al Monumento ai Caduti ed al Cippo delle famiglie Baldin e Mantovan. (per il trasferimento a Cavanella d’Adige sarà disponibile un mezzo pubblico alle ore 11.45 in Corso del Popolo di fronte alla Cassa di Risparmio di Venezia).
Il programma delle celebrazioni per l’Anniversario della Liberazione inizierà però quest’anno già il 21 aprile alle ore 17.00, con la presentazione in sala Consiliare della mostra “Sottomarina dopo la Liberazione” Partiti del CLN al lavoro per il lavoro e la democrazia, a cura della prof.ssa Gina Duse, che rimarrà aperta sino al 2 maggio ed allestita presso l’androne di palazzo Municipale. La mostra rientra nell’iniziativa organizzata da A.N.P.I., CGIL SPI ed AUSER “25 aprile: memorie nuove ancora da realizzare.” All’interno della stessa iniziativa è previsto anche lo spettacolo martedì 25 aprile alle ore 16.30 presso l’Auditorium San Nicolò “Al Barenon… Anime in guerra” spettacolo teatro-canzone a cura di Gualtiero Bertelli e Moira Mion, con la partecipazione di Marco Borghi, dell’Istituto IVESER.
Ulteriore iniziativa è la presentazione in Sala Consiliare lunedì 24 aprile alle ore 17.00 del libro di memorie relative all’ultima guerra e alla liberazione del prof. Loris Porzionato “Ricordi di guerra”, in collaborazione con il prof. Sergio Ravagnan.
“E’ importante ricordare tutti coloro i quali lottarono per la Liberazione e durante il secondo conflitto mondiale, donne e uomini che mettendo a repentaglio anche la propria vita, contribuirono con la loro azione a rendere l’Italia una democrazia. E’ essenziale che rimanga viva la memoria di quanto avvenne senza condizionamenti, per evitare il ripetersi degli errori del passato e per comprendere il presente” spiega il sindaco Ferro “Ringrazio tutti coloro che hanno fatto si che le celebrazioni per il XXV aprile quest’anno abbiamo un calendario così ricco di eventi. Attraverso mostre, spettacoli e libri, oltre che a quella che è la cerimonia istituzionale, si possono rendere sempre più testimonianze di un passato, che sebbene triste, è giusto ricordare”.


print@chioggia.org_20170420_090352.pdf