Vai all'Home page Amministrazione
Mappa del sito Versione accessibile
Cerca:
Il Comune
Bandi e Concorsi
Informazioni

Validato HTML Validato CSS

Leggi il comunicato
.
Leggi il comunicato
.
 
Si è svolto mercoledì scorso alle 6 del mattino un curioso incontro tra l’assessore alle partecipate del Comune di Chioggia, Daniele Stecco, i tecnici di Veritas, il Dirigente dei Lavori Pubblici Ing. Stefano Penzo, Ascot, Cisa Camping e alcuni operatori degli stabilimenti balneari, per discutere delle problematiche della pulizia della battigia anche a seguito dei recenti disagi avvenuti in questi giorni per un eccezionale ondata di alghe nel litorale.

“La situazione di emergenza risulta rientrata - dichiara l’assessore - le nostre spiagge oggi si presentano pulite, tuttavia le condizioni di lavoro da parte degli operatori di Veritas incaricati del servizio di pulizia della battigia risultano assai difficoltose”.

Infatti dall’incontro di ieri mattina, svolto sia a Sottomarina che a Isola Verde, è emerso che uno dei principali problemi riguarda i punti di accesso alla battigia, “che – sottolinea Stecco - oltre a non essere sufficienti vista la lunghezza del nostro arenile, non sono nemmeno adeguati per il transito dei mezzi di lavoro che devono trasportare quintali di alghe e rifiuti bagnati”.

Ogni giorno c’è il forte rischio che uno dei mezzi adibiti al trasporto dei rifiuti spiaggiati possa insabbiarsi, visto il peso del carico trasportato e bloccare di conseguenza la via d’acceso da parte degli altri mezzi coinvolti e ritardare o peggio sospendere le operazioni di pulizia.

Altra problematica riguarda la distanza dei confini di alcuni stabilimenti rispetto alla battigia, che in caso di alta marea pregiudica il transito e la pulizia da parte dei mezzi: questo problema è particolarmente evidente nelle spiagge di Isola Verde.

“Queste sono alcune delle difficoltà tecniche che Veritas deve gestire tutti i giorni e che le persone presenti all’incontro hanno ben compreso – spiega l’assessore - in più si aggiunge la questione che nel nostro litorale sono presenti due importanti fiumi che scaricano enormi quantitativi di detriti e insieme alle alghe provenienti dalla laguna e dal mare. Questo comporta che nelle nostre spiagge vi sia un anomalo spiaggiamento rispetto alle altre località balneari vicine”.

Riuscire a prevedere le ondate di maggior affluenza di alghe risulta al quanto difficile e avere a disposizione delle squadre di lavoro aggiuntive per intervenire velocemente in caso di emergenza, risulta spesso difficile e soprattutto oneroso, appesantendo il piano finanziario.

“Ritengo - prosegue l’assessore - che per il bene dei nostri operatori turistici, presentare la nostra spiaggia pulita e in ordine per accogliere i turisti e i cittadini sia un dovere, pertanto se siamo tutti consapevoli credo che l’aspetto finanziario passi in secondo piano. Dobbiamo però essere chiari che i maggiori costi devono essere pagati da tutti e non dai poveri cittadini, che per colpa di una piccola categoria di soggetti subiscono gli effetti del mancato pagamento della TARI”.

Oggi, come annunciato, Stecco sarà presente al cda di Veritas, dove sarà discusso il punto all’ordine del giorno richiesto dalla consigliera Francesca De Nardi relativo alle pulizia delle spiagge di Sottomarina e Isola Verde.

“Mi farò portavoce per segnalare le problematiche riscontrate in questi giorni e chiedere delle soluzioni – conclude Stecco - credo che l’incontro in spiaggia sia stato estremamente positivo, per far capire che la pulizia della battigia non è un compito così semplice come spesso si immagina e abbiamo avuto la possibilità di analizzare alcune soluzioni che potrebbero consentire una gestione del servizio anche in situazioni di estrema difficoltà”.




CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE/DIFFUSIONE


2016.06.15 PULIZIA BATTIGIA.pdf