Vai all'Home page Amministrazione
Mappa del sito Versione accessibile
Cerca:
Il Comune
Bandi e Concorsi
Informazioni

Validato HTML Validato CSS

Leggi la news
.
Leggi la news
.
 
Pochi lo sanno, ma Chioggia conserva un piccolo gioiello medievale, rimasto intatto nei secoli, indagato archeologicamente nel 1995, che tornerà, ad essere visitabile dal pubblico dal 12 giugno, dopo una manutenzione del sito.
Si tratta della cisterna dell’ex convento di San Francesco fuori le Mura, che oggi ospita il Museo Civico della Laguna Sud e l’Archivio Storico del Comune di Chioggia. Il complesso fu fondato nel 1314 nell’area extraurbana chiama “Tombola”, fu distrutto durante la guerra contro Genova (1379 — 1381) e fu ricostruito nello stesso luogo a partire dal 1431.
Il convento, pur essendo dotato di un tradizionale pozzo “alla veneziana” collocato nel chiostro, poteva contare anche sulla cisterna per l’approvvigionamento dell’acqua. Quest’ultima ha pianta rettangolare è formata da due volte a botte unite da un muretto. L’interno della cisterna, svuotato solo parzialmente negli anni Novanta per impedire eventuali cedimenti, presenta una nicchia sulla parete ovest, mentre la sua profondità resta ancora ignota, perché è risultata superiore ai 2,20 metri della sonda utilizzata per le indagini.
La visita alla cisterna medievale farà parte del percorso museale a partire dal 11 giugno prossimo.