Vai all'Home page CittÓ
Mappa del sito Versione accessibile
Cerca:
Eventi
Vivere in Città
Arte, Cultura e Spettacolo
Meteo
Turismo
Sicurezza e emergenza
Promozione Economica del Territorio

Validato HTML Validato CSS

Leggi la news
.
Leggi la news
.
 
28-12-2015
Città di Chioggia
COMUNICATO STAMPA

Chioggia, firmata l'ordinanza contro l'inquinamento atmosferico


Anche il Comune di Chioggia adotta misure urgenti e straordinarie per la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti nell'atmosfera. Questa mattina il sindaco Giuseppe Casson ha emanato una nuova ordinanza, sulla scia dei provvedimenti adottati nei territori dell'area metropolitana su raccomandazione del prefetto Domenico Cuttaia, per contrastare l’aumento delle polveri sottili nell'aria, attraverso un'azione sinergica di tutti i comuni della provincia.

Nello specifico il testo dell'ordinanza dispone fino al 31 gennaio 2016 di ridurre le temperature massime nel riscaldamento domestico e non, a 17° C per gli edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e a 18°C per tutti gli altri edifici.

Viene inoltre istituito il divieto di combustione dei materiali vegetali e delle ramaglie ad esclusione dei falò dell’Epifania e il divieto di utilizzare caminetti, stufe e qualunque altro apparecchio domestico alimentato a biomassa legnosa, a meno che non vengano utilizzati per la cottura di cibi, nel caso in cui nella stessa unità abitativa sia presente un impianto termico a combustibile tradizionale o a pompa di calore.

Per quanto riguarda i veicoli, il provvedimento obbliga a spegnere i motori sia degli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, sia dei veicoli merci durante le fasi di carico e scarico, in particolare nelle zone abitate, che delle auto in sosta in corrispondenza dei passaggi a livello.

Le imprese sono invitate ad effettuare ogni intervento possibile per garantire un’elevata efficienza e manutenzione degli impianti posti a presidio delle fonti inquinanti, sensibilizzando gli operatori ad utilizzare veicoli a ridotto impatto ambientale.

Si raccomanda inoltre ai gestori degli esercizi commerciali e degli edifici con accesso al pubblico di chiudere le porte di accesso per evitare dispersioni termiche.


Chioggia, lunedì 28 dicembre 2015
-----------------------------

(GB)