Comunicato in archivio

MAR122022
 12 marzo 2022

Riallocazione del Commissariato di PS nel compendio "Cittadella della Giustizia". La giunta approva il Protocollo d'intesa. Il sindaco Armelao: «È una vittoria della città»

RIALLOCAZIONE DEL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI STATO NEL COMPENDIO “CITTADELLA DELLA GIUSTIZIA”. LA GIUNTA APPROVA IL PROTOCOLLO D'INTESA.
IL SINDACO ARMELAO: «È UNA VITTORIA DELLA CITTÀ»

Chioggia, 12.03.2022 – La giunta comunale, riunitasi nei giorni scorsi in Municipio, ha approvato la bozza definitiva del Protocollo d’intesa tra: Comune di Chioggia, Ministero dell’Interno (Prefettura di Venezia – Ufficio Territoriale del Governo), Ministero della Giustizia e Agenzia del Demanio, diretto alla razionalizzazione e la riallocazione del Commissariato di Polizia di Stato nel compendio immobiliare di proprietà del Comune di Chioggia denominato “Cittadella della Giustizia” a Borgo San Giovanni. Inoltre, la giunta ha dato mandato al sindaco Mauro Armelao per la sottoscrizione dello stesso, ai fine anche del completamento di tutti gli atti necessari per la concessione e il futuro recupero da parte dello Stato.

Il Comune di Chioggia è, infatti, proprietario del Compendio immobiliare denominato “Cittadella della Giustizia”, ritenuto, una volta ristrutturato, sede ottimale e pienamente adeguata agli usi governativi sotto il profilo strategico, logistico, funzionale ed operativo, in sostituzione dell'attuale Commissariato con sede in Corso del Popolo, presso l'ex convento di San Francesco (edificio privato per il quale lo Stato paga un affitto). Una parte del compendio in viale della Stazione rimarrà destinata a sede degli Uffici del Giudice di Pace, le cui spese di manutenzione, di funzionamento ed erogazione del servizio, incluso il fabbisogno di personale, resta a carico del Comune.

«La mia idea del 2012 sarà presto realtà – spiega il sindaco di Chioggia Mauro Armelao – dieci anni fa, infatti, come sindacato di polizia, proposi a prefetto, questore e all'amministrazione Casson, che la Cittadella della Giustizia, inaugurata nel 2000 e costata 2 miliardi e 700 milioni di lire, sarebbe potuta diventare la nuova sede del Commissariato. Già allora pensavo che le caratteristiche e l'ubicazione sarebbero state perfette per le attività della Polizia di Stato, soprattutto per la sua posizione strategica - appena fuori dal centro storico e non condizionata da acque alte e dal mercato settimanale - e per la disponibilità di ampi spazi come uffici, sale, parcheggio interno ed esterno e di un possibile approdo».

Una volta firmato il protocollo, si dovrà pronunciare il consiglio comunale per la cessione dei diritti di superficie e l'affidamento in uso dell'area al Ministero dell'Interno, che rimarrà comunque all'interno del patrimonio comunale.

«Va detto che in questi anni – aggiunge il sindaco Mauro Armelao – si sono susseguiti numerosi tavoli ed incontri tenutisi con tutte le amministrazioni coinvolte e, alla luce dell'impossibilità di ricorrere allo strumento della permuta per molto tempo perseguita, per l'acquisizione del bene da parte dello Stato, è emersa la possibilità della cessione della Cittadella della Giustizia in diritto di superficie da parte del Comune. Ringrazio per l'impegno profuso negli anni passati, in particolare, l'ex vicesindaco e assessore al Demanio Marco Veronese, per aver continuato il dialogo con la Prefettura e seguito gran parte dell'iter con gli enti preposti, che porterà finalmente, una volta adeguato il compendio, al trasferimento nella nuova sede. Avere un nuovo Commissariato, adeguato alle moderne esigenze, è una vittoria per la città intera e darà finalmente dignità a tutto il personale della Polizia di Stato».

<<< ... 253254255256 ... >>>

Data ultima modifica: 10-10-2018
torna all'inizio del contenuto