Comunicato in archivio

APR292019
 29 aprile 2019

Il Tribunale di Venezia ha rigettato le pretese di Actv Spa e accolto le richieste del Comune di Chioggia

IL TRIBUNALE DI VENEZIA HA RIGETTATO LE PRETESE DI ACTV SPA, ACCOGLIENDO LE RICHIESTE DEL COMUNE DI CHIOGGIA

Chioggia, 29.04.2019 – L'Assessore ai Trasporti e alle Partecipate comunica che la lite giudiziaria promossa da Actv Spa contro il Comune di Chioggia volta ad ottenere il pagamento di oltre 13,5 milioni di euro per presunte passività del servizio di trasporto pubblico locale a Chioggia, fino all'anno 2009, sì è conclusa, in primo grado, con la sentenza n. 880 del 26/4/2019 del Tribunale di Venezia, che ha rigettato tutte le pretese di Actv Spa, in quanto il Comune di Chioggia ha rispettato il contratto di servizio, liberamente sottoscritto da Actv Spa.

Il Tribunale di Venezia ha accolto la domanda riconvenzionale del Comune di Chioggia (fino al 2012, poiché la causa riguarda quel periodo) per ottenere il pagamento dei parcheggi comunali locati ad Actv per lo svolgimento del servizio di trasporto.

Il Tribunale di Venezia ha inoltre condannato Actv Spa a versare, in favore del Comune di Chioggia, l'importo di 294.845,95 euro e a pagare alla Regione Veneto e al Comune di Chioggia le spese di lite.

«È una notizia molto positiva – commenta l'Assessore ai Trasporti e alle Partecipate – in quanto viene fatta chiarezza sul contratto di servizio di trasporto pubblico locale di Chioggia. Abbiamo voluto proseguire con la causa avviata da Actv nel 2012, nonostante il tema e il rischio di un risarcimento ingente potesse creare delle difficoltà al bilancio del Comune, ma, a seguito di varie ipotesi come la cessione del parcheggio di Borgo San Giovanni, ritenevamo che ogni tipo di conciliazione fosse un riconoscimento non dovuto alla società partecipata di trasporti pubblici veneziana».

«La precedente Amministrazione aveva intrapreso un percorso di transazione, – aggiunge il Sindaco – prevedendo il trasferimento del ramo d'azienda dei parcheggi gestiti da SST Spa ad Actv, per la rinuncia del proseguo della causa, facendolo rientrare in un riordino delle Società Partecipate previsto dal piano Cottarelli, una scelta discutibile in quanto si sarebbe persa la gestione diretta di tale servizio: oggi il controllo del Comune di Chioggia è garantito, in quanto la gestione dei parcheggi rimane in capo ad SST, come i rispettivi ricavi. Vorrei complimentarmi con la nostra Avvocatura Civica per la grande professionalità dimostrata anche in questa occasione».

<<< ... 118119120121 ... >>>

Data ultima modifica: 10-10-2018
torna all'inizio del contenuto