Comunicato in archivio

LUG132020
 13 luglio 2020

Danni acqua alta. La modulistica va consegnata al Protocollo entro venerdì 17 luglio

DANNI ACQUA ALTA. LA MODULISTICA VA CONSEGNATA AL PROTOCOLLO COMUNALE ENTRO VENERDÌ 17 LUGLIO

Chioggia, 13.07.2020 – Si ricorda che la modulistica messa a disposizione dalla Regione del Veneto in relazione agli eccezionali eventi meteorologici che dal 12 novembre 2019 hanno colpito il territorio della Regione Veneto (Modulo B, privati; Modulo C, attività economiche e produttive) va consegnata, debitamente compilata, entro venerdì 17 luglio alle ore 12 al Protocollo Generale del Comune di Chioggia (VE), Corso del Popolo n. 1193, tramite consegna a mano all'ufficio stesso o a mezzo PEC (chioggia@pec.chioggia.org).
Orari Ufficio Protocollo: lunedì, mercoledì, venerdì ore 9-12; martedì e giovedì ore 9-12 e 14.30-17. Sabato chiuso. Tel: 041 5534865.

I contributi per i danni ai privati (abitazione) hanno un limite massimo di 5 mila euro, mentre per ogni singola attività economica il limite è di 20 mila euro.
La modulistica regionale (Modulo B – Privati; Modulo C – Attività economiche e produttive) è reperibile al sito https://www.regione.veneto.it/web/gestioni-commissariali-e-post-emergenze/ocdcp-622 e anche in Home Page (Primo Piano) del portale comunale www.chioggia.org

Per ulteriori informazioni:
Direzione Gestione Post Emergenze Connesse ad Eventi Calamitosi e altre attività commissariali
Cannaregio, 168 - Palazzo Sceriman - 30121 Venezia (VE)
Tel. 041/279.4737-4501
«Per avere il risarcimento non basta la ricognizione fatta lo scorso dicembre – spiega l'assessore alla Protezione Civile Genny Cavazzana – si trattava, infatti, di una prima stima sommaria per individuare i fondi che il Governo avrebbe dovuto stanziare, a cui deve seguire oggi una comunicazione più precisa e dettagliata, da compilare da parte di tutti coloro che hanno subito dei danni, sia privati cittadini, che attività economiche e produttive. Dopo tanti solleciti inviati alla Regione in questi mesi, abbiamo avuto risposta e la procedura va avanti. Speriamo che le tempistiche a seguito di questa nuova ricognizione siano celeri e i risarcimenti arrivino in tempi brevi».

<<< ... 16171819 ... >>>

Data ultima modifica: 10-10-2018
torna all'inizio del contenuto