Comunicato in archivio

DIC012023
 01 dicembre 2023

Nuovo regolamento

Dopo 13 anni, lunedì 4 dicembre 2023, approderà in Consiglio comunale un nuovo regolamento per il funzionamento del Consiglio stesso e delle commissioni consiliari. L'ultima revisione, infatti, risaliva al 2010 quando, con delibera 45, il Consiglio comunale dell'epoca aveva portato molte modifiche e aggiornamenti dell'impianto regolamentare.
Dopo un anno di lavori, con l’approvazione del nuovo “Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale e delle Commissioni consiliari”, si dà avvio ad una profonda revisione della disciplina e dell’ordine dei lavori delle assemblee cittadine, del cui risultato il Presidente del Consiglio comunale Beniamimo Boscolo Capon ringrazia tutti: l’Ufficio di Giunta e Consiglio unitamente al suo dirigente, l’Amministrazione comunale e il Sindaco, il Presidente di Prima commissione e tutti i consiglieri che hanno contribuito ad estendere il processo democratico per un regolamento che sia il più condiviso possibile.
La proposta di Regolamento dell’Amministrazione comunale è stata scrupolosamente analizzata, articolo per articolo, dalla
Prima Commissione convocata che si è riunita per ben 6 volte, presieduta dal suo Presidente Marco Lanza (11 e 18 luglio, primo agosto, 19 e 26 settembre, 3 ottobre 2023).

Sono state una cinquantina le modifiche sostanziali apportate alla bozza iniziale, con una larga condivisione da parte dei consiglieri. L’articolato è stato rielaborato al fine di rendere l’attività istituzionale consiliare più agile e congruente con le normative e modifiche istituzionali e sociali, utilizzando criteri di efficienza e snellezza delle procedure.

La ratio della proposta, da un lato, aveva lo scopo di semplificare il regolamento nel suo complesso e, dall’altro, di garantire un aumento della possibilità di confronto, dando tempi ragionevolmente certi, maggior rispetto tra colleghi e un ordine codificato sugli interventi. Infatti gli articoli del regolamento, 17 in meno rispetto al testo finora vigente, sono stati ridotti nel numero, da 91 a 74, anche per permettere una più facile lettura del contenuto e regolarne l’attività: un risultato, questo, ottenuto cancellando refusi e abrogando, sostituendo o aggiungendo articoli e commi, con lo scopo di migliorare parti inapplicabili, obsolete o anacronistiche ma anche per una maggiore attualità sulle procedure di innovazione e di aggiornamento in merito anche ad alcune consuetudini di Consiglio che, oggi, diventano regole scritte.

È stata introdotta, poi, in allegato, un’appendice finale di 15 semplici articoli per garantire la possibilità di organizzare videoconferenze sia per le Commissioni consiliari e sia per attività di Consiglio ma va specificato che, mentre le Commissioni possono essere convocate in forma semplificata, i Consigli comunali avranno procedure telematiche più rigide proprio per gli effetti prodotti dalla presenza dei singoli consiglieri e dalle votazioni delle delibere.
"
Tra i principali ambiti oggetto di modifica, grazie anche all’esperienza delle precedenti sedute - afferma il presidente del Consiglio comunale Beniamino Boscolo Capon - possiamo trovare quelli dedicati all’equità dei Gruppi consiliari, alla semplificazione dei lavori e alla soddisfazione dei consiglieri, in particolare (a titolo esemplificativo) le tempistiche di intervento si riequilibrano tra gruppi unipersonali e gruppi più numerosi; i gruppi, che si ritrovano unipersonali per defezioni dei propri membri durante il corso della consiliatura, vengono adeguatamente rappresentati nelle commissioni consiliari; i consiglieri del gruppo misto hanno la possibilità di maggiore informazione sui lavori assembleari partecipando con un proprio capogruppo “uditore” alla Conferenza dei Capigruppo; le tempistiche di risposta alle interrogazioni/interpellanze possono essere maggiormente rispettate introducendo la modalità scritta da inviare direttamente al proponente dopo 30 giorni di attesa; nella presentazione delle interrogazioni e altri strumenti ispettivi è stato concordato un maggior ordine negli interventimaggior coinvolgimento della Conferenza Capigruppo nelle scelte, amministrative e gestionali, del Consiglio comunale".
Va ricordato, infine, che la proposta di regolamento dell’Amministrazione comunale, pronta alla votazione in Consiglio comunale, è la quarta bozza, frutto di un risultato dopo un ampio dibattito partito inizialmente all’interno dell’Amministrazione comunale e poi sfociato in commissione tra tutti i consiglieri tra proposte e suggerimenti condivisi tra maggioranza e minoranza.

"È una revisione meticolosa - conclude il Presidente Beniamino Boscolo -  frutto di un importante e lungo percorso attuato con un sano confronto nelle commissioni tra maggioranza e forze di minoranza, ove le regole democratiche sono state scritte in maniera largamente condivisa al fine di consolidare e rafforzare in Consiglio comunale due principi fondamentali: permettere alla maggioranza di governare e garantire alla minoranza di fare opera di controllo".

<<< ... 52535455 ... >>>

Data ultima modifica: 10-10-2018
torna all'inizio del contenuto